La via delle miniere 15/04/2017

 

Luogo: Vescovado di Murlo (SI)
Organizzazione: Ciclistica val d'Arbia
Edizione numero: 13
Costo iscrizione: € 15,00
Difficoltà: Media
Lunghezza: Lungo: 31 Km Corto: 16 Km
Dislivello: Lungo: 1000 mt, Corto: 500
Novità percorso: Rinnovato
Info: Riccardo: 340.5896680 - Marco: 339.4176806
E-mail: info@ciclisticavaldarbia.it
Sito web: www.ciclisticavaldarbia.it
Ritrovo: Vescovado di Murlo
Luogo e ora di partenza: Ore 15:00 Vescovado di Murlo
Luogo di arrivo: Vescovado di Murlo
Servizi: Assistenza sanitaria con 2 ambulanze ed un fuoristrada, lavaggio bici, docce presso il Campo Sportivo, un ristoro lungo il percorso.

Classifica

Come si arriva

Luogo gara

Da Siena SS2 Cassia fino a Monteroni, si prosegue e dopo circa 2 km a dx si trova bivio per Vescovado (8Km) - Da Grosseto Raccordo Grosseto-Siena, in località Le Risaie a dx bivio per Casciano di Murlo, proseguire poi per Vescovado. Da Arezzo raccordo Siena Bettolle, uscire ad Asciano o Serre di Rapolano, arrivati ad Asciano proseguire per Monteroni , svoltare a sx e poi dopo un Km sulla dx prendere il bivio per Vescovado di Murlo.

Ritrovo: Al CIRCOLO ARCI di Vescovado di Murlo in Via Roma n .43. Le iscrizioni saranno aperte dalle 13,30 alle 14,30.
La partenza sarà effettuata da Vescovado di Murlo alle 15,00. 1 Km dietro macchina ed all'uscita del paese di Vescovado di Murlo verrà dato il via volante.

La quota comprende pacco gara, servizi di assistenza sanitaria lungo il percorso ed all'arrivo, un ristoro ed un ricco rinfresco conclusivo per atleti ed accompagnatori.
Descrizione percorso Il via come sempre da Vescovado di Murlo, si percorre circa 1 km dietro macchina ed in prossimità della strada sterrata la gara inizia. La prima asperità è la salita di Poggio Aguzzo, 600 mt con pendenze medie del 13% e max del 18%; si entra poi nella zona degli Scavi Etruschi, dove ci attendono alcuni divertenti single track fino alla prima discesa, sempre nel bosco, fino al podere di Montorgialino. Fin qui percorso invariato rispetto al 2013.

Da Montorgialino si risale lo spiazzo utilizzato per il deposito della legna verso Poggio Giorgio. In corrispondenza del grande pino che sovrasta la collinetta si piega a sinistra per entrare nello stretto sentiero che aggira Poggio Giorgio.

Si tratta di un divertente single track tutto da guidare, in cui si alternano brevi tratti di salita ad altri di discesa, senza mai perdere quota; nei pochi tratti in cui il bosco si apre il sentiero si affaccia sulla incontaminata vallata sottostante, mostrando dei bellissimi panorami, ma per chi fa gara c'è poco da distrarsi...! Il single track termina nella strada di bosco che proviene da Quato, si ritorna verso Montorgialino ma prima di scollinare si svolta a sinistra e si prende la Via dei Termini, già percorsa nel 2010 e lo scorso anno. Discesa molto varia, con un primo tratto in campo aperto con una fantastica veduta sul paese delle miniere, ed un secondo tratto che invecediventa via via più tecnico e sassoso. La parte finale è un toboga di curve e controcurve, con fondo un pò smosso e pendenza accentuata, dove occorrerà guidare la bici prestando la massima attenzione. Al termine ci aspetta il facile guado sul torrente Crevole dopodichè occorre risalire un ostico "dentino" per risalire sulla strada che attraversa il paesino delle Miniere di Murlo.

Dal paesino si prende la salita verso Pieve a Carli, 1,2 km su ottimo sterrato con pendenze max del 18%. Dopo la Pieve la strada diventa un bel single track che attraverso un fitto bosco di macchia ci conduce su una sterrata più ampia. Si attraversa la strada dirigendosi verso il poggio del Casalino. Prima parte in discesa, poi dopo un piccolo guado ci attende un'altra impegnativa salita di circa 600 mt. con pendenze anche qui discrete (15-18%), poi la veloce e ripida discesa del poggetto ci porta al guado della Crevole. Siamo sotto Vescovado, ma non è ancora finita. Si risale e arivati all'asfalto si aggira da dietro il campo sportivo, per dirigersi verso il Castello di Murlo.

Ci aspetta adesso il passaggio più suggestivo e faticoso: l'ostica salita verso il castello di Murlo (soprannominata "la corta") ci porta fin sotto le mura, dopodichè una brusca svolta a sinistra ci presenta il tratto più impegnativo, 20 metri con pendenze che sfiorano il 28% fino alla suggestiva Porta di Tramontana: il fondo è buono ma solo i bikers più tosti riusciranno a percorrere il tratto in sella alla bici.

Si costeggia il castello e poi si scende ancora per un breve single track fino a reimmettersi sulla strada per Poggio Aguzzo, in prossimità dell'Oliviera, dove il lungo riprende il percorso iniziale ed effetua un altro giro, il corto invece va all'arrivo su asfalto per un ultimo km senza difficoltà.

Alla fine saranno 28-29 km con circa 1000 mt di dislivello, percorso molto, ma molto vario con tanti sentieri di bosco, guadi, piccoli tratti di strade bianche e pochissimo asfalto. Impegnativo come sempre, un percorso "tosto" per la scarsa presenza di tratti pianeggianti ma che saprà entusiasmare i veri appassionati di Mountain Bike!!
I passaggi dal Castello di Murlo e dal paesino delle Miniere di Murlo, facilmente raggiungibili con l'auto, consentiranno anche agli accompagnatori di seguire la gara nei suoi momenti salienti.
Mappe dei percorsi